Cosa vedere

Quando si pensa a una terra avventurosa e spettacolare, dove le potenze naturali primordiali sono ancora ben visibili e dove la cultura popolare e la cucina tradizionale sono particolarmente affascinanti, non si può non pensare l’Islanda. Per chi si appresta a compiere un viaggio in questa nazione stupenda, vi sono diverse cose da vedere ma prima di tutte la capitale Reykjavík.

Tappa quasi obbligata nell’esplorazione di quest’isola (seconda per estensione in Europa), Reykjavík è la capitale situata più a nord dell’intero pianeta, ad appena qualche centinaio di chilometri dal circolo polare artico. Nonostante la sua altissima latitudine, Reykjavík e l’Islanda, hanno un clima particolarmente mite, reso tale dalle potenti correnti calde che scorrono in prossimità della costa, e dell’elevatissima attività vulcanica. Soprattutto la parte meridionale dell’Isola è meta di una grande quantità di turisti provenienti da ogni parte del mondo, giacché rispetto al nord dell’isola, ha temperature più calde per un periodo più esteso.

Distanziandosi da Reykjavík si trovano moltissimi parchi naturali in cui è possibile ammirare ghiacciai colossali, iceberg che galleggiano sulla superficie dell’oceano, vulcani imponenti, cascate e geyser di acqua ad alta pressione che scoppiano con regolarità dalle viscere del sottosuolo. Le Cascate di Gullfoss sono una delle attrazioni più visitate di tutto il paese e meritano di certo di essere inserite nella lista "cosa vedere in Islanda".

Il nome Gullfoss, può essere tradotto in cascata d’orata, per via dei riflessi che le sue acque spumeggianti disperdono lungo il corso del fiume Hvita, dopo un doppio saldo di diversi metri. I vicini geyser chiamati Geysir e Strokkur possono essere la tappa successiva della vostra avvenuta. Con spruzzi che possono raggiungere anche i centoventi metri di altezza, questi due geyser sono particolarmente importanti.


Geysir fu il primo geyser al mondo a essere scoperto dall’uomo e impose il nome al fenomeno naturale stesso, a oggi tuttavia la sua potenza si è drasticamente ridotta e le sue esplosioni di acqua raggiungono appena ottanta metri di altezza. Ad appena pochi metri di cammino si trova Strokkur che invece è particolarmente attivo e con cadenza regolare di cinque minuti regala spettacoli straordinari. Il parco di Pingvellir merita senz’altro di essere nominato per cosa vedere in Islanda.

Questo parco naturale non solo è il più antico della nazione e offre la possibilità di vedere la separazione tra la faglia nord americana ed europea ma assume anche una rilevanza storica. A Pingvellir fu istituito uno dei primi, se non il primo, parlamento al mondo che anche se in una forma primitiva, si occupava di rendere partecipe il popolo alle decisioni legislative del paese.